Festeggiamo e salutiamo Ottica Maurizio!

 

Le storie sono il cuore pulsante di Arte di vivere a Modena e oggi ne raccontiamo una che a breve avrà un svolta importante.

 

Maurizio Marsigli fin da ragazzo era appassionato di ottica e, anche da giovanissimo, frequentava il negozio di ottica e fotografia che la zia Emilia aveva a Bologna.

In seguito si è diplomato all’Istituto Nazionale di Ottica di Firenze, nella storica sede di Arcetri. La passione ha fatto il resto: dalla fine degli Anni Sessanta ha aperto il suo negozio a Porretta Terme, celebre stazione di cura bolognese, finchè dal 1986 è approdato a Modena con "Ottica Maurizio".

Oggi - dopo ben 30 anni di attività in città - è arrivato il momento anche per Maurizio di godersi il meritato riposo.
 

Per festeggiarlo segnaliamo:

Venerdì 11 Marzo 2016 dalle ore 19 siete tutti invitati ai festeggiamenti a sopresa in negozio, piazza grande 45/B a Modena


Un'occasione tra amici per divertirsi ricordando i tanti momenti trascorsi insieme e per brindare alla 'salute' di "Ottica Maurizio". Attenzione: non avvisate Maurizio della sorpresa!


Riproponiamo l'intervista proprio a Maurizio Marsigli, pubblicata sul magazine “Arte di Vivere Modena”. 

Maurizio, oggi come si diventa un bravo ottico?

"Devi riuscire a capire e a interpretare le esigenze del cliente che ti trovi di fronte. Innanzitutto, quindi, bisogna ascoltare le sue richieste e saperlo bene indirizzare."

E’ meglio portare gli occhiali o le lenti a contatto?

"E’ molto soggettiva la cosa, perché dipende dal singolo individuo. E’ difficile dire se sia migliore una soluzione o l’altra. Ad esempio, per chi pratica diversi sport risultano spesso molto più comode le lenti a contatto, applicate almeno in quei momenti. Ma mi sento comunque di raccomandare a chi porta le lenti a contatto di effettuare almeno una visita annuale agli occhi, mentre chi porta gli occhiali può cadenzare in genere le visite periodiche in tempi molto più lunghi e, di solito, sente da solo l’esigenza di una visita oculistica nel caso se ne presenti la necessità."

Parliamo di occhiali da vista: quali sono i materiali più utilizzati?

La grande maggioranza dei clienti, parliamo di circa il 90%, si orienta verso le lenti infrangibili, realizzate con resine sintetiche. Il vetro si usa ormai pochissimo, anche perché oggi, grazie a trattamenti indurenti, sono stati fatti numerosi passi in avanti pure nel rendere le lenti infrangibili meno soggette alle graffiature.

E per gli occhiali da sole? 

Senza fare pubblicità ad alcune grandi marche, posso dire in linea generale che ormai anche negli occhiali da sole la qualità si è standardizzata verso l’alto e oggi sono disponibili diverse lenti da sole molto confortevoli. C’è anche chi sceglie lenti polarizzate, la cui efficacia dipende sempre e comunque dal singolo individuo.


Pubblicato il 2016-03-10