Mirco, Cotamo, e la Jaguar XE. Un tris d’assi


Sono le 23. Chiamo il servizio taxi Cotamo. Mi rispondono immediatamente che arriverà tra due / tre minuti il taxi Lucca 8. Scendo e mi aspetta un giova
notto che mi apre la portiera di – non ci credo – una nuovissima Jaguar XE.

Sì, è proprio il mio taxi che mi deve condurre, entro mezzanotte all’aeroporto di Bologna. Sedersi dietro al taxista e partire su una vettura considerata di alta gamma nel segmento vetture luxury? Una incredibile emozione.

I sedili in pelle trapuntata “pieno fiore” con cuciture a contrasto. Il sottotetto rivestito in pelle. Una quanto mai ricca impiallacciatura in rovere intarsiato. Insomma un salotto di livello superiore. Sono tentato di addormentarmi per la silenziosità del motore – viaggiamo in tutta tranquillità nel tratto autostradale Modena Bologna – ma non riesco a non parlare con il mio taxista, che scopro essere il vicepresidente del Cotamo, il consorzio taxi di Modena, Mirco Venturelli, un cordialissimo e bravissimo driver.

E scopro che quello sul quale sono seduto è il primo taxi, su una Jaguar, in Italia. Modena è una città incredibile soprattutto per i motori, Ferrari, Maserati, Pagani, Lamborghini (Sant’Agata è più vicino alla Ghirlandina che non a San Petronio) ma che poi avesse anche questo particolarissimo primato... Ci avviciniamo all’aeroporto di Bologna e leggo nel mio orologio che è quasi mezzanotte. Vuoi vedere che è come la favola di Cenerentola? A mezzanotte la mia Jaguar XE (per adesso è anche mia) si trasformerà in una vecchia, vetusta, obsoleta auto anni ‘60? 

No, per fortuna anche all'arrivo è rimasta lei.
La nuova Jaguar XE, la berlina più avanzata, raffinata ed efficente che Jaguar abbia mai creato.
Pago la corsa e mi complimento con il mio autista Marco.

Adesso mi aspetta un volo fino a Roma in un aereo nel quale le ginocchia spingolo il sedile davanti.
Perché la prossima volta non vado a Roma in taxi? Soprattutto se il taxi è del Cotamo.

 

NUOVA JAGUAR XE

La Jaguar XE ridefinisce il concetto di berlina sportiva ed è l’auto per i veri guidatori nella sua classe.

La XE a trazione posteriore è l’unica vettura della sua categoria ad utilizzare una monoscocca ad alta densità di alluminio. Dal lusso alle prestazioni elevate, la gamma XE offre modelli che si adattano perfettamente ad ogni gusto.

Disponibile nelle versioni PURE, PRESTIGE, PORTFOLIO, R-SPORT ed S, la XE è alimentata da una serie di motori a quattro e sei cilindri, sia benzina che diesel, con potenze da 163 a 340 CV, in grado di offrire un mix di prestazioni, raffinatezza ed efficienza. Tutti i motori beneficiano di iniezione diretta, fasatura variabile delle valvole e sovralimentazione, in modo da avere una combustione pulita e silenziosa ed un’eccezionale risposta dall’acceleratore. I sistemi Intelligent Stop/Start e la ricarica rigenerativa intelligente, permettono di risparmiare ancora più carburante. La potenza viene trasmessa alle ruote posteriori attraverso i fluidi cambi, manuale a 6 marce e automatico a 8 marce.

La versione da 163 CV rende la XE, la Jaguar a più basso consumo di carburante di sempre, raggiungendo 3,8 l/100 km e 99 g/ km di CO2 nel ciclo combinato europeo. 

[originariamente pubblicato nel nr.07/2016 del nostro magazine]

Pubblicato il 2016-05-23